La SS Lazio Bsl 1949 batte e corre in Europa

La Lazio Bsl 1949 rappresenterà l’Italia dello sport in un progetto europeo biennale che riguarda la prevenzione e la lotta al Doping dal titolo: “Safeyou+” (Strengthening the Anti-doping fight in Fitness and Exercise in Youth). Il progetto vede come main applicant l’Università greca “Aristotelio Panepistimio” di Thessalonikis (Tessalonica), oltre alla partnership di diverse università e istituzioni importanti:

– Cyprus Sport Organisation (Cipro)

– Kingston University Higher Education Corporation (Regno Unito)

– Sheffield Hallam University (Regno Unito)

– S.S. Lazio Baseball Softball & Lacrosse 1949 (Italia)

– Stiftung Nationale Anti-Doping-Agentur Deutschland (Germania)

– Università degli Studi Di Roma Foro Italico (Italia)

– Universitaet Potsdam (Germania)

 

Il progetto vede quindi il coinvolgimento di cinque Stati: GRECIA, CIPRO, REGNO UNITO, ITALIA, GERMANIA. Fortemente voluti dalla Commissione Europea i progetti proseguono il “SAFE YOU PROJECT” che dato il successo riscosso è stato prorogato per altri due anni, un servizio utile che si rivolge principalmente alle società, ai giovani e agli atleti che praticano lo sport a livelli agonistici e professionali ma anche a chi svolge attività amatoriale, ma non solo.

GIUSEPPE SESTO, Presidente della S.S. Lazio Bsl 1949, è entusiasta:

“Ancora una volta la sponda biancoceleste del Tevere può esultare in ragione di una nuova frontiera che è stata già conquistata dalla S.S. Lazio Generale nel 2015 e che ancora una volta, e che volta, segna un passaggio epocale nel proseguimento del compimento di un destino assoluto che da centodiciassette anni vede il nostro storico dominio nella Capitale.

La S.S. Lazio Bsl 1949 spiccherà per un nuovo volo che dalla Caput Mundi porterà simbolicamente insieme con Noi la Lazio che abbiamo assunto il privilegio ma sopratutto la responsabilità di rappresentare.

In questo lungo viaggio saremo infatti l’unica società sportiva partecipante e andremo in Europa indossando i nostri colori e rappresentando il valore unitario quanto esteso della Lazialità e della lealtà sportiva in un contesto delicato e impegnativo che ci vedrà da oggi in azione oltre che sul diamante anche all’interno della ‘Buona battaglia’ mondiale contro il doping.

Mi farebbe piacere ricordare quanto diceva il nostro presidente Nostini:

amare i colori biancocelesti come simbolo di purezza, amare lo sport per tutto quello che di meraviglioso può dare ai giovani, la voglia di vincere o meglio di superare sé stessi sempre nel più grande rispetto dell’avversario”

Grazie Presidente.

Questa voce è stata pubblicata in Progetti. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *