Una vittoria ed una sconfitta alla prima uscita per la Lazio Baseball

CAMPIONATO NAZIONALE SERIE B BASEBALL

Domenica dolceamara per i romani in quel di Montefiascone, risultato delle due partite giocate contro la squadra della Tuscia. Una vittoria e una sconfitta per la squadra del manager Pietro Rossi che da un lato confermano il valore dei capitolini e dall’altro certificano quanto lavoro c’è ancora da fare.
Ma andiamo con ordine: per la prima partita, la Lazio Baseball si presenta con qualche novità rispetto all’anno scorso. Sul monte c’è sempre Pagliei, coadiuvato inbatteria da Battella dietro al piatto; i “senatori” Monaco e Caminiti difendono rispettivamente la prima e la seconda base, mentre i nuovi innesti Morelo e Merejo si posizionano in interbase e terza base. Tra gli esterni nessun volto nuovo, ma con Murano nell’inedito ruolo di esterno sinistro, Andrea Stefanoni al centro e capitan Masi a destra. Sannino completa il Line Up romanoin qualità di DH.
L’attacco bianco blu mette subito in mostra i muscoli, segnando due punti nel primo inning, uno nel secondo e uno nel quarto. Ma anche la difesa si mostra scintillante: la solita prestazione da Super Star di Pagliei doma le mazze del Montefiascone e sono suoi, tra assistenze e Strike Out, ben 7 tra i primi 12 out della Lazio Baseball.
Si arriva così al quinto inning in cui l’attacco romano genera un altro punto, portandosi momentaneamente sul 5-0 mettendo una seria ipoteca sulla partita. Nel Baseball però non si può mai dire mai; il Montefiascone con un ruggito d’orgoglio trova 3 punti grazie ad un paio di valide importanti ed altrettante incertezze della difesa capitolina, riaprendo la partita.

E’ qui però che la squadra di Pietro Rossi mostra la sua maturità: senza scomporsi, la Lazio Baseball mette prima a referto un altro punto con Stefanoni, per poi chiudere ogni speranza di rimonta del Montefiascone in difesa, quando riesce ad uscire da una situazione complicata (i falisci avevano riempito le basi).
C’è tempo poi per ammirare l’ottima prestazione da closer di Stefano Murano che chiude due inning senza subire punti, e gli ultimi due punti della Lazio Baseball che portano il risultato finale sul 8-3.

Dopo una,breve, pausa per rifocillarsi, le squadre tornano in campo per Gara 2. Pietro Rossi, visto il pre-campionato difficile di quest’anno, decide di usufruire della lunga panchina messagli a disposizione dal DS Sergio Pugliese: in interbase va Suarez (che già era subentrato a Merejo nella prima partita) al posto di Morelo, Colonna sostituisce l’infortunato Masi, Sannino e Monaco si scambiano i ruoli di Prima Base e DH, Fabrizio Stefanoni va in seconda e sul monte sale Stefano Marchetti.
La partita ha però, purtroppo, storia breve. Dopo un primo inning agli archivi con un 1-0 per i falisci, la formazione di Montefiascone prende il largo segnando 6 punti nel secondo, costringendo la Lazio Baseball a cambiare il primo lanciatore dopo sole due riprese, facendo salire Colonna sul monte. Il lanciatore romano, al rientro dopo 5 anni di stop, ha da subito un buon impatto, chiudendo il secondo inning velocemente e lasciando a zero il Montefiascone nel terzo. Finisce però “la benzina” durante il quarto e viene sostituito dal rookie Giuseppe Pazzaglia, il quale non riesce però ad arginare le mazze avversarie che allungano oltre la soglia dei 10 punti di vantaggio.
Anche in attacco la Lazio Baseball non riesce a replicare l’efficacia della prima partita, lasciandosi incantare dall’espertissimo Cappanella che lascia i romani a 0 punti.

L’eccessiva punizione della seconda partita (18-0 il risultato finale) non deve però far ombra sull’ottima Gara 1 disputata dagli uomini di Pietro Rossi: la squadra c’è ed ha dimostrato di essere competitiva ma, allo stesso tempo, per poter esprimersi deve rimanere concentrata ed in forze per entrambe le gare.

Oltre alla vittoria, tra le note liete segnaliamo l’esordio di tutti i giovanissimi che la Lazio Baseball schiera a roster quest’anno: oltre al già citato Pazzaglia, anche Aprile, Cipolloni, Sassanelli e De Majo ottengono la loro prima presenza in serie B, addirittura condita dalle prime valide personali di Sassanelli e De Majo, entrambi autori di un singolo.

Ora, il calendario per la Lazio Baseball prevede una domenica di pausa a causa del ritiro del Caserta dal campionato; il prossimo impegno è previsto per domenica 22 Aprile in casa del Cali Roma XIII per il primo dei due derby Romani offerti dalla stagione.

resp. comunicazione

Stefano Lesti

Questa voce è stata pubblicata in News. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *